1 dicembre 2023
Aggiornato 19:30
Attentato compiuto da una militante donna poi arrestata

Turchia, gruppo marxista rivendica attacco consolato Usa Istanbul

Un gruppo turco marxista ha rivendicato l'attacco armato al consolato americano compiuto oggi a Istanbul

ANKARA (askanews) - Un gruppo turco marxista ha rivendicato l'attacco armato al consolato americano compiuto oggi a Istanbul. «L'attentato contro il consolato è opera del DHKP-C (Partito/Fronte rivoluzionario di liberazione del popolo», gruppo radicale che ha rivendicato nel 2013 un attentato-suicida contro l'ambasciata degli Stati Uniti a Ankara in cui era rimasto ucciso un agente turco.

Attacco compiuto da una militante DHKP-C
In un comunicato sul suo sito web, il DHKP-C ha inoltre affermato che l'attacco è stato compiuto da una delle sue militanti di nome Hatice Asik che è stata poi arrestata e ricoverata in ospedale perché ferita dalla polizia. Il gruppo nello stesso comunicato ha promesso che «la lotta continuerà fino a quando l'imperialismo e i suoi collaboratori non avranno lasciato il nostro Paese e il nostro territorio non sarà stato liberato dalle basi americane». L'attacco sembra pertanto essere legato alla recente decisione di Ankara di autorizzare gli Stati Uniti ad utilizzare la sua base aerea di Incirlik, nel Sud Est del Paese, per bombardare l'Isis in Siria.