12 luglio 2024
Aggiornato 15:30
Terrorismo | Attentato Boston

Djokhar Tsarnaev accusa il fratello

Secondo quanto ha riferito alla CNN una fonte governativa il presunto attentatore di Boston, Dzhokhar Tsarnaev, ha dichiarato agli inquirenti che l'attacco è stato preparato dal fratello e ha negato legami con organizzazioni terroristiche straniere

BOSTON - Il presunto attentatore di Boston, Dzhokhar Tsarnaev, ha dichiarato agli inquirenti che l'attacco è stato preparato dal fratello e ha negato legami con organizzazioni terroristiche straniere. E' quanto ha riferito alla Cnn una fonte governativa.

RISCHIA LA PENA DI MORTE - La fonte ha precisato che i primi interrogatori di Tsarnaev hanno confermato il profilo di due jihadisti che hanno percorso un cammino autonomo di radicalizzazione: «Dzhokhar Tsarnaev, ferito e trattenuto all'ospedale di Boston, ha detto che il fratello, ucciso venerdì, voleva difendere l'Islam dagli attacchi». La fonte ha però tenuto a sottolineare che si tratta ancora dei primi interrogatori, tutti da verificare.
Un'altra fonte ha riferito quindi che, sebbene gli inquirenti non abbiano rinvenuto finora prove che leghino i due fratelli a un'organizzazione terroristica straniera, ci sono ancora molte indagini da fare prima di poter escludere il coinvolgimento di terzi.
Tsarnaev, 19 anni, è stato formalmente incriminato per l'attacco a Boston, che ha causato tre morti e 200 feriti, e rischia la pena di morte.