18 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Sondaggio legislative

Olanda, laburisti filo-UE in rimonta

Relegati da tempo nella parte bassa della classifica, i laburisti olandesi stanno rimontando rapidamente nel panorama delle prossime elezioni legislative anticipate che si terranno mercoledì prossimo nei Paesi Bassi

L'AJA - Relegati da tempo nella parte bassa della classifica, i laburisti olandesi stanno rimontando rapidamente nel panorama delle prossime elezioni legislative anticipate che si terranno mercoledì prossimo nei Paesi Bassi.
In un contesto dominato dall'euroscetticismo, i laburisti, favorevoli all'integrazione europea, sono trascinati verso l'alto dalle eccellenti performance del loro leader Diederik Samsom, 41 anni, nel corso degli ultimi dibattiti televisivi. Il PvdA è ormai testa a testa con il partito socialista (SP, più a sinistra), dietro ai liberali.
Laburisti e socialisti si oppongono entrambi a una politica di rigida austerity, ma gli elettori premiano l'atteggiamento meno radicale dei laburisti, pronti anche a scendere a compromessi con i liberali, in testa ai sondaggi, per formare un governo di coalizione.

TIENE IL PARTITO DI ESTREMA DESTRA - Il governo minoritario uscente di centro destra di Mark Rutte si era dimesso ad aprile in seguito a un disaccordo su alcune misure di bilancio per rispettare la regola del 3% di deficit sul pil.
Gli ultimi sondaggi attribuiscono al partito di Rutte 34 seggi, contro i 31 delle elezioni del 2010. I socialisti, inizialmente dati per favoriti, sono in seconda posizione seguiti a stretto giro dai laburisti, entrambi attorno ai 30 seggi. Il partito di estrema destra di Geert Wilders, che vuole l'uscita dall'Ue, segue a poca distanza.