20 settembre 2019
Aggiornato 07:30
La riforma della Camera Alta nel Queen's Speech

Regina Elisabetta: La Camera dei Lord diventi a maggioranza elettiva

La riforma della Camera dei Lord è stato uno dei punti chiave menzionati dalla regina Elisabetta II nel tradizionale discorso al Parlamento di Westminster nel quale viene illustrato il programma del governo per l'anno prossimo

LONDRA - La riforma della Camera dei Lord è stato uno dei punti chiave menzionati dalla regina Elisabetta II nel tradizionale discorso al Parlamento di Westminster nel quale viene illustrato il programma del governo per l'anno prossimo. «Portare la democrazia nella Camera dei Lord, assicurando che la maggioranza dei suo membri sia eletta», deve essere uno degli obiettivi dell'esecutivo, ha detto la sovrana dalla Sala del Trono, affiancata dal marito, Filippo di Edimburgo, rivolgendosi ai membri dei due rami del Parlamento. «Le dimensioni della Camera Alta saranno ridotte in maniera sostanziale», ha aggiunto Elisabetta. Solitamente il «Queen's Speech» si tiene in autunno ma quest'anno è stato eccezionalmente rinviato per consentire alla coalizione di governo di trovare un terreno di intesa su alcune questioni controverse.

Proposta rivoluzionaria - Secondo la recente raccomandazione di una Commissione parlamentare, la House of Lords britannica dovrebbe diventare una Camera elettiva in parte. La proposta prevede un numero fisso di 450 membri, di cui l'80% eletta, con un unico mandato non rinnovabile di 15 anni.
Si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione dato che dalla sua nascita - nell'XI secolo - i Pari non sono mai passati per le urne né è mai esistito un limite superiore al loro numero: attualmente sono 825, per la maggior parte nominati dai partiti salvo i 92 ereditari ai quali vanno aggiunti i 26 vescovi della Chiesa d'Inghilterra.

Ferrari, l'eccellenza italiana festeggia la Regina Elisabetta II - La Ferrari, simbolo del «Made in Italy» in tutto il mondo, sarà protagonista alle celebrazioni del Giubileo della Regina Elisabetta II, un evento di grande rilevanza per il Regno Unito. La Casa di Maranello «non è voluta mancare con i propri clienti e collezionisti che sfileranno nel parco del Castello di Windsor con alcuni dei modelli storici più belli, insieme a quelli recenti che resteranno in esposizione per tutto il periodo delle celebrazioni a Windsor», sottolinea la società in una nota.