15 luglio 2020
Aggiornato 06:30
Presidenziali francesi 2012

Carla Bruni: Al fianco di Sarkozy al 100%

La Premier Dame in campo: E' molto bravo, ha esperienza e coraggio. E sono contenta che sia partita la campagna elettorale. La notte dorme non dà il latte alla figlia, tocca alle donne. Intanto François Hollande resta in testa nelle intenzioni di voto al primo turno

PARIGI - Carla Bruni sarà «al 100% al fianco» di suo marito, Nicolas Sarkozy, nel corso della campagna elettorale per le presidenziali in Francia. Dopo l'annuncio della ricandidatura per un secondo mandato del numero uno dell'Eliseo, anche la premiere dame scende in campo. «Sono contenta che abbia confermato la candidatura per tutti noi», ha detto al quotidiano francese 20 Minutes. «E' molto bravo, ha esperienza e coraggio. E sono contenta che sia partita la campagna elettorale. E' il mio punto di vista non obiettivo. Quando vedo quel che succede in Grecia ho paura. Ho meno paura pensando che il presidente è lui. Sono già diversi anni che è lui e lo fa bene. E' il migliore per tenere la rotta. La congiuntura è difficile, la gente può perdere la testa».
Ma la partecipazione di Carla Bruni alla campagna elettorale non sarà «professionale» ma «umana». «Accompagnerò mio marito quando ne avrà bisogno». Sicuramente a «Marsiglia e senza dubbio a Villepinte», sottolinea rassicurando gli elettori sul riposo notturno del marito. «La notte non dà il latte a nostra figlia. Generalmente tocca alle donne».

Sondaggio: Hollande 31%, Sarkozy 26% - François Hollande resta in testa nelle intenzioni di voto al primo turno delle presidenziali, dopo l'annuncio della candidatura di Nicolas Sarkozy, ma lo scarto tra i due leader si riduce: il socialista perde tre punti, a 31%, mentre il presidente uscente ne guadagna uno, a 26%, secondo un sondaggio Bva, pubblicato oggi sui quotidiani locali, su Rtl e Orange.
Le intenzioni di voto in favore di Marina Le Pen non sono cambiate rispetto all'inchiesta precedente, a fine gennaio, al 15%. François Bayrou, 13%, Jean-Luc Mélenchon, 9%, avanza di un punto. Eva Joly (3%), Dominique de Villepin (2%) et Nicolas Dupont-Aignan (1%) sono stabili.
Al secondo turno, François Hollande dovrebbe ottenere il 56% dei voti (-1 punto) contro il 44% per Nicolas Sarkozy (+1).