14 novembre 2019
Aggiornato 15:00
Lo scandalo pedofilia e la Chiesa

Olanda, decine di migliaia di bambini abusati da preti

E' quanto emerge dalle conclusioni della Commissione d'inchiesta indipendente creata ad hoc per fare luce sugli episodi di pedofilia e presieduta dall'ex primo ministro Wim Deetman. Vescovi olandesi «scioccati»

L'AIA - «Numerose decine di migliaia di minori» hanno subito abusi sessuali da ecclesiastici della chiesa cattolica olandese tra il 1945 e il 2010: circa 800 presunti responsabili di abusi sono stati identificati. E' quanto emerge dalle conclusioni della Commissione d'inchiesta indipendente creata ad hoc per fare luce sugli episodi di pedofilia e presieduta dall'ex primo ministro Wim Deetman.

1.795 segnalazioni - Numerose decine di migliaia di minori hanno avuto a che fare in forma leggera, grave o molto grave con comportamenti sessuali oltre i limiti tra il 1945 e il 2010 in seno alla chiesa cattolica olandese», ha indicato la commissione nella sua relazione finale.
Sulla base di 1.795 segnalazioni, la Commissione ha potuto individuare i nomi di 800 autori di abusi sessuali che lavorano o hanno lavorato per i vescovi», si aggiunge nel rapporto, precisando che «di queste 800 persone, almeno 105 sono ancora in vita».

I vescovi olandesi e i leader degli ordini religiosi sono «scioccati» dagli abusi sessuali sui minori compiuti dal 1945 al 2010 dal clero dei Paesi Bassi, rivelati oggi dalla commissione Deetman, ed esprimono «vergogna e dispiacere» in un comunicato diffuso in contemporanea in Olanda e dalla sala stampa vaticana.