18 settembre 2020
Aggiornato 18:00
Cronaca

Algeria, ostaggio italiano in vita e in buona salute

Il Ministro Mimune: informazioni su Mariani avute «qualche giorno fa»

ALGERI - Maria Sandra Mariani, la turista italiana rapita a fine febbraio nel Sahara algerino «è ancora in vita e in buona salute»: lo ha dichiarato il ministro per il Turismo e l'Artigianato, Smail Mimune, citato oggi dal quotidiano arabo Ennahar. Il ministro ha spiegato di avere ricevuto informazioni «qualche giorno fa». Le ricerche per scoprire il luogo in cui è tenuta in ostaggio continuano incessantemente, ha aggiunto.

A inizio maggio, un video inviato dai suoi rapitori, membri di al Qaida nel Magreb islamico (Aqmi), aveva mostrato Maria Sandra Mariani, 53 anni, ancora in vita. La sua sorte sarà al centro di alcuni colloqui, domani a Bamako, durante una riunione dei ministri degli Affari esteri di Mali, Niger, Mauritania e Algeria.

L'italiana è stata rapita il 3 febbraio scorso nella regione di Ilidina, 25 chilometri a sud della città di Djanet, nella prefettura di Illizi. Era già stata a più riprese nella regione.