19 luglio 2024
Aggiornato 02:30
Anniversario 11 settettembre

Moussa: il rogo del Corano è l'idea di un fanatico

Il Segretario Generale della Lega araba: «Approccio distruttivo, ma la maggioranza Usa è contraria»

IL CAIRO - Il segretario generale della Lega araba, Amr Moussa, ha denunciato oggi il progetto del pastore americano Terry Jones di bruciare il Corano in occasione della ricorrenza degli attentati dell'11 settembre come l'idea di un «fanatico».
Moussa, che dirige l'organizzazione panaraba con sede al Cairo, ha sottolineato «che negli Stati Uniti esiste una maggioranza (di persone, ndr) sempre più importante schierata contro questo fanatico». Il suo è un «approccio distruttivo», ha commentato.
La piccola chiesa battista della Florida è decisa a sfidare i moniti già arrivati da più parti e a procedere al suo piano di bruciare una copia del Corano in occasione del nono anniversario dell'11 settembre. Contro l'iniziativa sono scesi in campo anche il segretario di Stato Hillary Clinton e il comandante delle truppe Usa e della Nato in Afghanistan, David Petraeus.