23 gennaio 2020
Aggiornato 03:00
Piani di golpe

Turchia: confermato il carcere per altri 11 sospetti

Ieri la «tregua» tra il Premier Erdogan e il Capo di Stato Maggiore

ANKARA - Un tribunale turco ha confermato l'arresto per altre 11 persone nell'ambito delle indagini su un presunto complotto per destabilizzare e destituire il governo islamico-moderato di Recep Tayyip Erdogan. Lo riferiscono i media del Paese anatolico, all'indomani della 'tregua' promessa dai vertici turchi dopo un lungo incontro tra il presidente Abdullah Gul, il premier e il capo di Stato Maggiore , il generale Ilker Basbug. I tre si sono lasciati con una dichiarazione congiunta che assicura la ricerca di una soluzione «costituzionale» per la crisi. Ma intanto con le nuove incriminazioni sale a 31 il numero degli accusati per il presunto piano di golpe del 2003, tra questi anche alti gradi militari.