1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Anniversari 11 settembre

Ambasciatore Usa: «Grazie a Roma per ricordo vittime»

Colloquio Fini-Thorne, in serata concerto all'Auditorium

ROMA - Non bisogna dimenticare chi ha perso la vita negli attentati dell'11 settembre 2001. E' con questa convinzione che l'ambasciatore americano David Thorne, che si è insediato soltanto da pochi giorni, ringrazia l'Italia e Roma per il «ricordo molto bello, in memoria delle vittime» del World Trade Center.

«Ci fa molto piacere, noi americani siamo molto onorati di quello che avete fatto qui a Roma per l'11 settembre» dichiara Thorne ai giornalisti, al termine di un colloquio con il presidente della Camera Gianfranco Fini a Montecitorio. Il diplomatico statunitense parla in italiano, lingua imparata negli anni trascorsi da giovane a Roma per seguire il padre diplomatico. «E' un giorno che vogliamo ricordare - insiste - non vogliamo scordare chi ha perso la vita nell'attentato».

Stasera, a margine del G8 dei presidenti delle Camere dei Deputati, l'Auditorium ospiterà un concerto in memoria delle vittime dell'11 settembre. Il 'September Concert' è organizzato dalla Compagnia per la Musica in Roma con l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia: Lorin Maazel dirigerà l'Orchestra Symphonica d'Italia e il Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Nel pomeriggio, invece, alle 17.30, ci sarà una cerimonia a Porta Capena con il sindaco di Roma, Gianni Alemanno a cui saranno presenti sia Thorne sia la speaker della Camera dei Rappresentanti Usa, Nancy Pelosi, a Roma per il G8 dei parlamenti presieduto da Fini.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal