17 febbraio 2020
Aggiornato 20:00
Rieletto il presidente kirghizo Kurmanbek Bakiev

Kirghizistan, protesta contro rielezione presidente: 200 arresti

L'opposizione contesta il risultato del voto del 23 luglio

BISHKEK - Circa duecento persone che stavano manifestando contro la rielezione del presidente kirghizo Kurmanbek Bakiev sono state fermate dalla polizia a Bishkek. Un giornalista sul luogo della protesta - convenuta al grido di «Ridateci il potere usurpato» - ha assistito alla mega-retata: centinaia di agenti di polizia sono giunti poco dopo l'inizio della manifestazione, mentre il corteo si apprestava a dirigersi verso il palazzo presidenziale, e ha bloccato il gruppo. Secondo il testimone, la polizia ha proceduto all'arresto di tutti i duecento oppositori.

Bakiev è stato rieletto lo scorso 23 luglio,con il 76% dei voti.  L'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce) ha duramente criticato le operazioni di voto, denunciando «numerose irregolarità». Secondo l'opposizione, il risultato è illegittimo a causa di «massicci brogli».