17 dicembre 2018
Aggiornato 04:30

La «pace bancaria» per aiutare cittadini e aziende: la proposta della Meloni per la prossima manovra

«Vogliamo impedire a tante aziende di chiudere e rimettere quelle risorse nel mercato produttivo» ha annunciato la leader di FdI

ROMA - Tra le proposte di Fratelli d'Italia per la prossima manovra economica c'è la 'pace bancaria', cioè la possibilità per chi ha debiti con le banche, famiglie, piccole e medie imprese, di poter riacquistare quei debiti a prezzi ragionevoli. «Vogliamo impedire a tante aziende di chiudere e rimettere quelle risorse nel mercato produttivo» ha annunciato Giorgia Meloni, leader di FdI, durante una conferenza stampa a Montecitorio dove ha presentato insieme ad Adolfo Urso e ai capigruppo Francesco Lollobrigida e Luca Ciriani, il pacchetto di proposte di legge sul sistema bancario, alcune delle quali verranno tradotte in emendamenti alla prossima Legge di bilancio.

«Spread usato contro la democrazia»
Meloni parla anche di mercati, e in particolare di spread: «I commissari europei alzano la voce e i mercati si agitano, ma ricordiamoci che spesso lo spread è stato usato come arma contro la democrazia italiana e contro la possibilità per la politica italiana di scegliere cosa fosse bene per i suoi cittadini, perciò va guardato con un occhio sì e uno no». Poi certo «noi siamo i primi a chiedere al governo cosa intende fare con i soldi che spendono in deficit. Noi diciamo no al reddito di cittadinanza».

No a una politica assistenzialista 
Con gli stessi soldi, prosegue Meloni, «si abbassino le tasse e si crei lavoro»: bisogna dare alle persone la dignità del lavoro, questo il suo monito. «Io rifiuto una politica in cui si fa assistenza, così poi magari ti si viene a chiedere il voto quando ci sono le elezioni». La leader di Fdi si è anche detta «basita» dalla reazione dei Cinque stelle all'approvazione del Def in Consiglio dei ministri: aumentare il deficit «è una scelta dolorosa e non si festeggia. Puoi spendere i soldi dei tuoi figli se costruisci qualcosa che rimane ai tuoi figli. Perciò sto aspettando di capire cosa intende fare il governo».