30 settembre 2020
Aggiornato 05:00
il lazio crescerà dell'1% nel 2016

Rating della Regione Lazio, Fitch promuove Zingaretti

Il capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti, Michele Baldi, sottolinea l'importanza della conferma del rating da parte di Fitch sui conti della Regione Lazio

ROMA - «La conferma del rating di lungo termine della Regione Lazio a 'BBB, quello di breve termine a 'F3' da parte di Fitch non è che la certificazione dell'affidabilità e della stabilità dei conti di questa Regione, guidata da Nicola Zingaretti d'intesa con l'Assessore Sartore, grazie allo sforzo fatto da questa amministrazione, senza il quale il nostro merito di credito avrebbe sicuramente subito undowngrade».Così in una nota Michele Baldi, capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio.

Il Lazio continuerà a crescere dell'1% anche nel 2016
«Le previsioni dell'agenzia infatti affermano che il Lazio continuerà a crescere di circa l'1% anche nel 2016. Positivo il giudizio anche riguardo il perseguimento del pareggio di bilancio, per il quale tutte le condizioni 'strutturali' ormai ci sono. Il rating degli enti locali ha acquisito un'enorme importanza alla luce della decisione del Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea che ha reso gli strumenti di debito negoziabili denominati in euro emessi da enti regionali e locali situati nella zona euro idonei ad essere acquistati regolarmente all'interno del programma PSPP», prosegue Baldi.

Fitch promuove la gestione delle amministrazioni locali
«Se consideriamo che l'approccio analitico delle agenzie di rating per gli enti locali si basa sulla struttura istituzionale, i dati fondamentali economici, i risultati di bilancio, le informazioni riguardanti il debito nonché la struttura governativa e le tendenze politiche, il giudizio sul merito di credito non può che non essere considerato più in generale il giudizio sulle capacità amministrative dei governi locali» conclude il capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti.