22 febbraio 2024
Aggiornato 06:00
I profitti per azione sono passati in un anno a 40 da 66 centesimi

Estée Lauder chiude il trimestre con gli utili in forte ribasso

Pesa l'effetto di un dollaro forte, deludono i ricavi

NEW YORK (askanews) - Colpito dalla corsa del dollaro forte, Estée Lauder ha chiuso il secondo trimestre del 2015 con utili in calo ma sopra le stime. Ad avere deluso sono i ricavi e le stime per il trimestre in corso e l'intero anno fiscale.

Utili in calo
Nei tre mesi terminati lo scorso giugno i profitti sono stati pari a 153 milioni di dollari, in calo del 40,6% dai 257,7 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. I profitti per azione sono passati in un anno a 40 da 66 centesimi, comunque sopra le attese degli analisti per 34 centesimi. In quello che per il gruppo rappresenta il quarto trimestre fiscale, i ricavi sono scesi del 7,4% a 2,52 miliardi, sotto le stime per 2,57 miliardi ma depurati dall'impatto di un dollaro forte sarebbero cresciuti del 7%.

Determinante il dollaro forte
Nel dettaglio, il gruppo di articoli per la bellezza tra i cui marchi ci sono Clinique e Mac ha visto il fatturato legato al makeup scendere del 3,7% a 1,02 miliardi. Il giro d'affari dei prodotti per la pelle è calato del 9%. Al netto delle fluttuazioni valutarie i due dati sarebbero stati rispettivamente in aumento del 3% e del 18%. Per l'anno fiscale appena iniziato Estée Lauder stima una crescita dei ricavi tra l'8% e il 10% al netto di fluttuazioni valutarie. Gli utili per azione, depurati dall'effetto di un dollaro forte e di altre voci straordinarie, sono visti in aumento dell'8-10%, sotto il +16% del consensus. Per il trimestre in corso che si chiuderà a settembre, il gruppo stima un aumento del 13-14% dei ricavi, sempre presupponendo tassi di cambio costanti. Gli utili per azione pro forma sono invece attesi in ribasso del 3-6% contro un +38% previsto dal mercato. Il titolo nel pre-mercato cede il 2% ma da inizio anno ha guadagnato oltre il 16%.