17 febbraio 2020
Aggiornato 16:00
Trasporti

WalkCar e Scubster promettono di rivoluzionare la mobilità elettrica

Che vi troviate al mare o in città, d'ora in avanti potrete spostarvi in piena libertà e a emissioni zero. Questa settimana hanno raggiunto l'onore delle cronache due veicoli pensati per muoversi in due ambienti molto diversi fra di loro: l'asfalto urbano e le profondità marine

ROMA – Che vi troviate al mare o in città, d'ora in avanti potrete spostarvi in piena libertà e a emissioni zero. Per gli appassionati di mobilità elettrica questa settimana hanno raggiunto l'onore delle cronache due veicoli pensati per muoversi in due ambienti molto diversi fra di loro: l'asfalto urbano e le profondità del mare.

WALKCAR, GRANDE COME UN LAPTOP PESA 3 KG - La giapponese Cocoa Motors ha lanciato WalkCar: un dispositivo in alluminio poco più grande di un laptop che ci permette di fare piccoli spostamenti su strada alla velocità di 10 chilometri orari. La sua autonomia infatti è limitata a circa 12 km, dopodiché deve essere collegato a una presa grazie alla sua porta Usb. Il grande vantaggio di WalkCar è la sua facilità di trasporto: grazie al suo peso ridottissimo di 3 chilogrammi e le dimensioni più che compatte può essere portato con sé come se fosse un pc portatile. WalkCar sarà commercializzato a partire da ottobre per circa 800 dollari.

SCUBSTER, LO SCOOTER SOTTOMARINO - Il francese Stephane Rousson invece ha lanciato la raccolta fondi su Kickstarter per la produzione di Scubster Nemo: uno «scooter» sottomarino elettrico monoposto. Il prototipo attuale ha due ore di autonomia e grazie a due motori indipendenti può muoversi in qualsiasi direzione. Pensato per gli amanti delle immersioni Scubaster non è un sottomarino vero e proprio in quanto non isola il sub dall'acqua: per utilizzarlo quindi è necessario munirsi di bombole. Per ora la raccolta fondi segue tre modalità: quella dei sostenitori che contribuiscono «alla causa» con piccole donazioni, quella dei tester che con 150 euro si aggiudicano il diritto di una prova di 30 minuti con immersione fino a 10 metri e quella riservata alle scuole di diving che per 2mila euro possono avere Scubaster in noleggio per 10 giorni.