Rinnovabili

La Cina ha iniziato a costruire il suo primo impianto a concentrazione solare commerciale su larga scala

La fattoria fotovoltaica da 25 chilometri quadrati, chiamata Delingha, sorgerà nel deserto del Gobi all'interno della provincia di Qinghai. Sarà composto da 6 grandi torri,collegate a uno stuolo di pannelli fotovoltaici e avrà una capacità da 200 megawatts

PECHINO – E' iniziata la costruzione del primo impianto a concentrazione solare commerciale su larga scala della Cina. La fattoria fotovoltaica da 25 chilometri quadrati, chiamata Delingha, sorgerà nel deserto del Gobi all'interno della provincia di Qinghai. Sarà composto da 6 grandi torri,collegate a uno stuolo di pannelli fotovoltaici.

CAPACITA' DA 200 MW - Una volta completato, i lavori dovrebbero terminare nel 2017, l'impianto avrà una capacità da 200 megawatts, e sarà in grado di alimentare circa un milione di abitazioni. Nella prima fase del progetto verranno erette le prime due torri, che avranno una capacità di 135 MW. L'impianto è stato progettato per accumulare calore per 15 ore, «e quindi è in grado di garantire una produzione di energia continua e stabile», ha spiegato, Wu Longyi, il presidente del gruppo Qinghai Solar-Thermal Power. L'impianto permetterà di evitare di bruciare 4,26 milioni di tonnellate di carbone all'anno, riducendo le emissioni di 896mila tonnellate di CO2 e di 8mila tonnellate di diossido di zolfo. Il progetto è nato da una joint venture fra la cinese Shanghai Electric Group e l'americana BrightSource Energy, che è già partner dell'impianto a concentrazione solare più grande al mondo, quello nel deserto di Mojave negli Stati uniti, in grado di generare 392 MW.