15 ottobre 2019
Aggiornato 13:00
Ambiente & Clima

Cambiamenti climatici: gli USA vogliono «recuperare la leadership americana»

Nancy Pelosi, la leader del partito Democratico americano, durante la sua visita a Expo ha elogiato l'ultima Enciclica di Papa Francesco dedicata all'ambiente, spiegando che ora «abbiamo una nuova importante risorsa» per incidere sul tema.

MILANO - Nancy Pelosi, la leader del partito Democratico americano, durante la sua visita a Expo ha elogiato l'ultima Enciclica di Papa Francesco dedicata all'ambiente, spiegando che ora «abbiamo una nuova importante risorsa» per incidere sul tema. «Per anni l'Europa è stata più avanti, credo che il presidente abbia capito che questa è una grande occasione per recuperare la leadership americana» su questa questione, ha aggiunto l'ex speaker della Camera.

IL VIDEO DI OBAMA - Poche ore prima infatti l'inquilino della Casa Bianca, Barack Obama, ha diffuso un video sul proprio canale Facebook dove ha annunciato la pubblicazione della versione finale del «Clean Power Plan» avviato l'anno scorso. Per il presidente Usa si tratta del «più grande e importante passo mai intrapreso per combattere i cambiamenti climatici». Obama ha sottolineato: «Il clima sta cambiando in un modo che colpisce la nostra economia, la nostra sicurezza e la nostra salute. E questa non e' un'opinione, e' un fatto». Il presidente Usa ha ricordato che il problema dei cambiamenti climatici «non riguarda più» la prossima generazione, ma quella attuale.

TUTELARE CLIMA E' RESPONSABILITÀ MORALE - Tornando alla visita di Pelosi, la politica statunitense ha detto: «L'Enciclica del Papa ha impressionato il mondo. Quando parliamo del riscaldamento globale abbiamo sempre il supporto di gruppi evangelici che sarebbero tendenzialmente più allineati con idee repubblicane. Dicono che la terra sia una creazione di Dio, e così la penso anch'io, che abbiamo una responsabilità morale nel tutelarla e che dobbiamo essere sensibili alle esigenze dei poveri. Dobbiamo trovare soluzioni che rispondano sia al problema del riscaldamento globale sia a quello della fame e penso che il Papa si sia riferito a San Francesco che è stato il primo ambientalista della storia». Pelosi ha concluso: «Qualcuno potrebbe rifiutare iniziative come questa - ha proseguito l'esponente democratica riferendosi all'iniziativa di Obama -, ma non possono ignorare il messaggio lanciato da Papa Francesco». La donna si è detta infine «fiduciosa perché le nuove generazioni sono davvero consapevoli e sapranno assumersi le loro responsabilità». In ogni caso, a suo parere, la questione è «più che urgente. Non vogliamo che questo Congresso degli Usa sia l'ultimo a rendersene conto».