25 febbraio 2020
Aggiornato 14:00
Lavoro

Giovannini: «Il saldo tra assunzioni e cessazioni dal lavoro è tornato attivo dopo 5 trimestri»

Il ministro del Welfare: «Nel terzo trimestre di quest'anno rispetto al terzo trimestre del 2012, la differenza fra licenziati e nuovi contratti è tornata ad avere il segno positivo dopo 18 mesi»

http://www.youtube.com/watch?v=I-J56Vq53cY

ROMA - Primi segni di inversione di tendenza anche nell'occupazione, secondo il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini: «Nel terzo trimestre di quest'anno rispetto al terzo trimestre del 2012, il saldo tra assunzioni e cessazioni dal lavoro è tornato attivo dopo 5 trimestre di risultati negativi».

250 NUOVI ISPETTORI LAVORO - Riferendosi alle tragedia di Prato, il ministro ha assicurato che il numero di ispettori del mercato del lavoro aumenterà «di 250 unità» grazie ad una norma inserita nel provvedimento destinazione Italia.

VALORIZZIAMO IMMIGRATI CON EXPO - Giovannini, ha invitato a coinvolgere le varie comunità di immigrati per valorizzare l'Expo 2015 nelle loro lingue e aumentare allo stesso tempo la coesione sociale: «L'Italia è un Paese con il numero maggiore al mondo di diverse comunità di immigrati e quindi di lingue parlate. Abbiamo giovani che parlano tutte le lingue del mondo, questa è una opportunità unica. Dobbiamo usare questa rete di poliglotti non solo per valorizzare l'Expo, ma anche per promuoverla in tutte le lingue del mondo. Dobbiamo immaginare progetti che attingano a questa conoscenza, servirebbe anche a aumentare la coesione sociale. Sono sicuro che l'Expo 2015 sarà un grande successo» ha concluso in collegamento video a un convegno della Camera di commercio di Milano.