18 novembre 2019
Aggiornato 02:00
Fisco

Dell'Aringa: «Siamo sulla strada buona per cancellare seconda rata IMU»

Il Sottosegretario al Ministero del Lavoro: «Si lavora su aumento acconto Ires e prelievo su rendite al 22%»

ROMA - Cancellazione della seconda rata dell'Imu, aumento dell'aliquota fiscale sulle rendite finanziare, dall'attuale 20 al 22%, aumento della percentuale dell'acconto Ires che le imprese pagheranno a novembre. Sono alcune delle ipotesi che il governo «sta valutando», ha confermato il sottosegretario al ministero del Lavoro, Carlo dell'Aringa, a Radio Anch'io.

«Non è facile ma questo governo è abituato a fare cose difficili, nessuna decisione è stata presa, ma siamo sulla strada buona per individuare le risorse e tener fede agli impegni presi», ha spiegato Dell'Aringa parlando della cancellazione della seconda rata dell'Imu.

Per trovare le risorse, circa 2 miliardi (se dall'esenzione verranno esclusi terreni e fabbricati agricoli), il governo potrebbe aumentare la tassazione sulle rendite finanziarie al 22% dall'attuale 20%: «è un'ipotesi sul tavolo, cosi' come l'ipotesi di concentrare le risorse sui redditi bassi», ha detto dell'Aringa.