28 giugno 2022
Aggiornato 14:30
Scandalo carne equina

6 italiani su 10 temono cibi contaminati

Dopo che negli ultimi anni si è assistito ad una escalation di allarmi sanitari a tavola. E' quanto afferma la Coldiretti sottolineando che la scoperta di tracce di carne di cavallo nel ragù Star è solo l'ultimo degli scandali nel piatto che hanno colpito il settore

ROMA - Sei italiani su dieci hanno paura di consumare cibi contaminati dopo che negli ultimi anni si è assistito ad una escalation di allarmi sanitari a tavola. E' quanto afferma la Coldiretti sottolineando che la scoperta di tracce di carne di cavallo nel ragù Star è solo l'ultimo degli scandali nel piatto che hanno colpito il settore.

IL CIBO NON E' UNA MERCE QUALSIASI - «La diffidenza dei cittadini è stata alimentata dal fatto che negli ultimi tempi - sottolinea la Coldiretti - c'è stata in media una emergenza alimentare all'anno, dalla mucca pazza all'aviaria, dal latte cinese alla melamina a quello tedesco alla diossina, dalla mozzarella blu al batterio killer nei germogli di soia fino alla carne di cavallo nei ravioli».
La globalizzazione dei mercati, «a cui non ha fatto seguito quella della politica, ha portato ad un deficit di responsabilità, di onestà e di trasparenza che ha drammaticamente legittimato la derubricazione del tema cibo fino a farlo considerare una merce qualsiasi, come fosse un aspirapolvere o un frigorifero, con effetti che - conclude la Coldiretti - rischiano di provocare una rincorsa al ribasso con effetti drammatici soprattutto in un momento di crisi in cui molti sono costretti a risparmiare sull'alimentazione».