6 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Aziende dell'Unione Europea

Donne e CDA, avanzano in Europa

E' quanto rivelano i dati diffusi dalla Commissione UE, secondo i quali nel gennaio 2013 le signore che siedono nelle stanze dei bottoni costuituiscono il 15,8% dei vertici aziendali. Un anno fa, esattamente, rappresentavano il 13,7%

BRUXELLES - Nel 2012 le donne sono avanzate in modo considerevole nei consigli di amministrazione delle aziende dell'Unione europea: è quanto rivelano i dati diffusi dalla Commissione Ue, secondo i quali nel gennaio 2013 le signore che siedono nelle stanze dei bottoni costituiscono il 15,8% dei vertici aziendali. Un anno fa, esattamente, rappresentavano il 13,7%.

La quota delle poltrone «rosa» nei consigli di amministrazione è cresciuta in tutti i 27 Stati membri, ad eccezione di Polonia, Irlanda e Bulgaria, secondo i dati.

Il commissario Ue alla Giustizia e grande sostenitrice delle pari opportunità, Viviane Reding, ha commentato che le pressioni di Bruxelles stanno dando i loro frutti, con le donne che già rappresentano il 60% di tutti i laureati delle Università europee.