20 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Camera di Commercio di Ferrara

Mezzo milione di euro per l’accesso al credito delle imprese ferraresi

E’ operativo il mezzo milione di euro messo a disposizione da camera di commercio, provincia e da tutti i 26 comuni del territorio per favorire l’accesso al credito

FERRARA - Mezzo milione di euro, equivalente ad almeno 15milioni di euro di finanziamenti per le imprese, che si aggiungono agli 800mila euro già erogati dalla Camera di Commercio nei primi 9 mesi del 2011. A tanto ammonta l’ulteriore sforzo finanziario messo in gioco, nelle ultime settimane, dall’Ente di Largo Castello insieme alla Provincia di Ferrara e a tutti i 26 comuni del territorio. Obiettivo: migliorare, attraverso il coinvolgimento dei Confidi, il rapporto tra sistema bancario e piccole e medie imprese per accompagnare tali realtà imprenditoriali oltre la crisi, valorizzarne la crescita e favorirne l'accesso al credito.

Il bando tocca tutti i settori economici (agricoltura, artigianato, commercio, cooperazione, industria e turismo) e, proprio alla luce del difficile momento congiunturale, propone straordinarie opportunità per le imprese, che potranno presentare la domanda di contributo per operazioni di finanziamento relative, tra l’altro, all’acquisto, costruzione, rinnovo, trasformazione ed ampliamento dei locali adibiti all’esercizio delle attività d’impresa; al consolidamento del debito; all’acquisto di macchinari, attrezzature e arredi attinenti alla attività svolta; all’acquisto di attrezzature e di programmi informatici; alla introduzione di sistemi di certificazione aziendale (qualità, ambiente, etica ecc.) e di prodotto; alla implementazione di programmi di ricerca applicata ai prodotti e/o ai processi produttivi ed agli investimenti tecnologici per la salvaguardia ambientale (compresi gli interventi di risanamento ambientale di immobili e fabbricati).

«Senza i Confidi non avremmo raggiunto neanche la metà dei risultati conseguiti». Lo afferma con determinazione Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara. «Obiettivo – prosegue Roncarati - sostenere l'accesso al credito delle piccole e medie imprese ferraresi in questo momento di recessione economica, che sta investendo l'intero sistema imprenditoriale locale. Gli interventi sono diretti principalmente ad irrobustire l'attività di garanzia fornita dai Confidi, riducendo il differenziale del costo del denaro esistente tra le diverse dimensioni d'impresa e tra i diversi istituti di credito». L’assessore provinciale alle Politiche Industriali e Attività Produttive, Carlotta Gaiani, esprime la propria gratitudine a tutti i ventisei sindaci che hanno saputo accogliere la proposta:«Ringrazio tutti i sindaci dei nostri ventisei comuni, che hanno saputo correttamente interpretare e ascoltare le istanze delle categorie imprenditoriali e hanno così dato un forte segnale di attenzione e maturità, superando posizioni esclusivamente localistiche ed anche le oggettive difficoltà di bilancio».

Ad oggi, tra i motivi che spingono le imprese ferraresi a richiedere prestiti alle banche: Liquidità 48%, precedenti investimenti 20%, dilazione crediti/debiti commerciali 65%, pagamenti fornitori/vari 46%, spese apertura nuova attività 8%.

Per notizie più dettagliate ci si può rivolgere al servizio «Promozione e sviluppo» della Camera di Commercio (tel. 0532/783820; e-mail: promozione@fe.camcom.it), che invita le imprese anche a consultare con attenzione il sito camerale www.fe.camcom.it.