28 gennaio 2020
Aggiornato 11:30
Camera di Commercio di Varese

Le Imprese Varesine ed Expo: «Facendo Squadra si può Essere Protagonisti»

C’è spazio anche per quelle aziende di dimensioni limitate che costituiscono il tessuto connettivo dell’economia varesina

VARESE - Sono già diverse le aziende della nostra provincia che si sono iscritte alla piattaforma telematica per partecipare alle gare d’appalto Expo 2015. Il dato è emerso durante il secondo di un ciclo di seminari promossi dalla Camera di Commercio proprio per aiutare il sistema economico locale a cogliere al meglio le opportunità che si apriranno con la grande esposizione universale milanese.

Dopo l’appuntamento svoltosi a luglio alle Ville Ponti di Varese, sono state 55 le imprese che hanno accolto l’invito alla partecipazione all’incontro tenutosi nelle sale di MalpensaFiere a Busto Arsizio. E’ stata l’occasione per approfondire proprio le modalità attraverso cui partecipare alle gare telematiche.
Il responsabile Pianificazione Sistema Acquisti Expo Alessandro Tammaccaro ha sottolineato come, del miliardo e 900milioni che è il fabbisogno per realizzare l’evento, il 65% sia sì destinato alle grandi opere infrastrutturali, ma resti ancora un 35%, pari a quasi 700milioni. Risorse che serviranno per beni e servizi potenzialmente forniti dalle Pmi e dalle aggregazioni delle stesse.

C’è spazio insomma anche per quelle aziende di dimensioni limitate che costituiscono il tessuto connettivo dell’economia varesina. Occorre però guardare con attenzione a ogni possibile sinergia fra le imprese stesse. Nel suo intervento, il segretario generale della Camera di Commercio Mauro Temperelli ha sottolineato come la collaborazione sia la strada da intraprendere: «Bisogna mettersi insieme per essere più competitivi. Date le dimensioni dell’evento, anche nelle gare più specifiche l’aggregazione è fondamentale».
Dal seminario bustocco è emerso poi come la stessa società Expo abbia interesse al coinvolgimento delle imprese del territorio nelle varie fasi realizzative dell’evento: in primo luogo, per avere un feed-back su indicazioni e modalità operative e, quindi, per avere la massima partecipazione alle procedure d’acquisto.
Da qui, come ha evidenziato Massimiliano Inzerillo della Centrale Regionale Acquisti, l’importanza per le Pmi di registrarsi alla piattaforma telematica chiamata Sintel: far parte di questo elenco fornitori, infatti, permetterà alle aziende di essere «visibili» alla società Expo e quindi essere potenzialmente coinvolte nella gare d’acquisto.