12 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Camera di Commercio di Bari

ITALIA-TURCHIA: più cooperazione e benessere grazie agli scambi ed al partenariato

Lo ha dichiarato il presidente della Confapi Bari e Bat, nonché vice presidente della CdC di Bari, Erasmo Antro al termine della «GIORNATA DI RELAZIONI INTERNAZIONALI ITALIA-TURCHIA»

BARI - «E' stata una giornata di grande valore con testimonianze del mondo accademico e culturale, e la presenza di diplomatici ed esperti di geopolitica, nonché, ovviamente, di operatori economici in settori ritenuti strategici, come energie rinnovabili, logistica e trasporti. Siamo ambiziosi: vogliamo mettere in connessione il sistema turco con quello pugliese affinché la presenza e le attività delle aziende italiane in Turchia, già da oggi ad altissimo livello, sia capace di andare ben oltre l’intuizione delle aziende, connotandosi in uno scambio alla pari, che produca cooperazione e benessere grazie agli scambi e ed al partenariato».

Lo ha dichiarato il presidente della Confapi Bari e Bat, nonché vice presidente della CdC di Bari, Erasmo Antro al termine della «GIORNATA DI RELAZIONI INTERNAZIONALI ITALIA-TURCHIA», ospitata stamani dalla Camera di Commercio di Bari e promossa dall’ Università degli Studi di Bari, Confapi Bari e BAT e Consorzio Interuniversitario CIRCEOS, in collaborazione con Confindustria Bari e BAT, l'Associazione di Amicizia e Cooperazione Italia-Turchia, ed il patrocinio dell’ente camerale barese, Comune di Bari, Provincia di Bari, Regione Puglia, ISIAMED e Corpo Consolare di Puglia Basilicata e Molise.
Dibattiti, incontri, workshops aziendali dedicati alla Turchia, al suo nuovo ruolo internazionale nel bacino del Mediterraneo, ai suoi importanti processi di crescita socio-economica, al suo essere nuova frontiera di sviluppo e benessere.

Vi hanno preso parte autorità e imprenditori turchi, per favorire le relazioni e gli scambi accademici, economici ed imprenditoriali col Paese, la cui stabilità politico-istituzionale unita al ritmo di sviluppo (più 9% di Pil nel 2010) lo sta imponendo quale partner indispensabile per gli equilibri dell’area eurasiatica, come anche a presidio di nuovi mercati, in settori chiave come le energie rinnovabili, l’ambiente, il recupero e rigenerazione dei materiali, i trasporti e la logistica.
Sono intervenuti l’ambasciatore di Ankara in Italia S.E. Hakki Akil, il presidente di Confindustria Bari e BAT Michele Vinci, il vice presidente Associazione Italia-Turchia, Cristiana Pagni, il direttore scientifico del Consorzio Circeos, Giovanni Dotoli, l’autore dell’evento Leonardo Manzari, dirigente dell’Associazione Italia-Turchia, l'assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, Silvia Godelli, il prorettore dell’Università degli Studi Bari, Augusto Garuccio, l'assessore al Marketing del Comune di Bari, Gianluca Paparesta, l’on. Laura Froner, il Segretario del Corpo Consolare di Puglia Basilicata, e Molise Massimo Salomone e il segretario generale della Confapi Bari e BAT.

Nel dibattito si è parlato dell'importanza della Turchia nei nuovi scenari geopolitici attuali e futuri nel medio periodo e del ruolo dell'Italia verso la Turchia. Sono intervenuti l'Ambasciatore d'Italia ad Ankara dal 2004 al 2010, Carlo Marsili, il presidente del Foreign Policy Institute Ankara, Seyfi Tashan, il corrispondente in Italia del Quotidiano Turco Sabah, Yasemin Taskin, il direttore del Circuito CIHEAM degli Istituti Agronomi Mediterranei-direttore dello IAM di Valenzano (Bari), Cosimo Lacirignola e il vice presidente della Provincia di Bari, Nuccio Altieri.
Si è svolto poi un tavolo di lavoro con rappresentanze di categoria italiane (Settore Energie Rinnovabili, Risorse Naturali e Ambientali, Settore Industriale e Manifatturiero), per definire un programma comune sui principali settori di interesse e d'interscambio tra i due paesi. Hanno partecipato il presidente di TUSIAD Intenational Aldo Kaslowski, il consigliere commerciale dell' Ambasciata di Turchia in Italia, Mustafa Cesar.
Nel pomeriggio si terranno i tavoli tematici di approfondimento. Il primo accademico, storico-culturale nella sala convegni della CdC in cui saranno evidenziati i comuni aspetti sorico-cultuali e religiosi tra Turchia e Italia e della Puglia in particolare. Il secondo di approfondimento del Settore Logistica-Trasporti ed Infrastrutture, si terrà nella sala conferenze dell'Areoporto di Bari-Karol Wojtila, con l’intervento dell'assessore regionale alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità Sistema Integrato dei Trasporti, Guglielmo Minervini.