18 maggio 2024
Aggiornato 15:00
Manovra economica

Castelli: «Mai detto che la norma sui boiardi sia stata ispirata dal Colle»

Il viceministro leghista: «Resta il fatto che sta a loro e Consulta chi ne sono beneficiari»

ROMA - «Non ho mai detto, come si può del resto evincere dalla mia dichiarazione, che la manovra sia stata ispirata dal Quirinale». Così come «anche io non so quali e quanti siano i super boiardi che beneficeranno di questa norma». Lo ha affermato il Viceministro leghista Roberto Castelli, dopo la richiesta del Quirinale al Governo di chiarimenti sulle sue affermazioni sul contenuto della manovra.

«Andando a leggere il testo, comprensibile a tutti, relativamente al taglio dell'indennità degli organi costituzionali previsto dall'articolo 13 comma 1 della manovra, il maxiemendamento - ha proseguito Castelli - aggiunge: fatta eccezione per la Presidenza della Repubblica e la Corte Costituzionale. Sic rebus stantibus, dovrebbero essere gli uffici della Presidenza della Repubblica e della Corte Costituzionale a dirci quanti e chi sono i fortunati».

«Sappiamo tutti - aveva affermato Castelli suscitando la dura replica del Quirinale - che la manovra è necessaria. Sappiamo tutti che ciascuno per la propria parte è stato chiamato a fare dei sacrifici. La cosiddetta 'casta dei politici' ha stabilito il taglio dell'indennita', il contributo di solidarietà e il limite al cumulo con lo svolgimento della libera professione, dopo aver decurtato già a inizio anno i propri emolumenti. E' giusto che le 'caste' concorrano prima e più degli altri a fare sacrifici per dare il buon esempio. Ma c'è una super casta romana che non se ne vuole dare per inteso e vuole mantenere tutti i propri privilegi. Infatti nel maxi-emendamento del governo si può trovare una disposizione che esonera dal taglio delle indennità prevista per tutti gli organi costituzionali i super boiardi della Corte costituzionale e della presidenza della Repubblica. In questo momento il maxi-emendamento è all'esame delle commissioni e la fiducia verrà votata solo stasera. C'e' ancora tempo per cambiare questo testo. Mi rivolgo al presidente della Repubblica affinché intervenga a sanare questa...ciascuno la giudichi come crede».