21 luglio 2024
Aggiornato 11:30
Crisi del debito

Verso contributo di solidarietà del 5-10% per redditi tra 90-150mila euro

La misura è allo studio del Governo per il dl anticrisi

ROMA - Un contributo di solidarietà del 5% per i redditi sopra 90mila euro e del 10% per quelli sopra i 150mila euro. L'intervento riguarderà i lavoratori dipendenti e gli autonomi. È una delle misure allo studio del governo che dovrebbe, secondo quanto si apprende, rientrare nel decreto anticrisi che l'esecutivo dovrebbe approvare oggi. A confermare la possibilità di un contributo di solidarietà (la cosiddetta eurotassa) è stato ieri lo stesso ministro dell'Economia Giulio Tremonti nel corso del suo intervento in Parlamento.

L'intervento, in pratica, si allinea al taglio degli stipendi dei dirigenti pubblici e al contributo di solidarietà sulle pensioni. Misure già varate con la manovra di luglio e che prevedono, appunto, una riduzione del 5% sopra i 90mila euro di reddito e del 10% sopra i 150mila.