5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Mentre lo scandalo prosegue

News Corp, nuovo crollo a Sydney: -4,13%

La scorsa settimana quotazioni capogruppo erano già scese del 12%

SYDNEY - Un altro pesantissimo calo in Borsa della News Corporation, la capogruppo dell'impero mediatico del magnate australiano Rupert Murdoch, coinvolta in un crescente scandalo per le intercettazioni illegali condotte per anni dal tabloid britannico controllato News of the World. Il quotidiano è stato già chiuso dall'editore, ma l'incendio non sembra sotto controllo dopo che nel fine settimana è stata arrestata l'ex direttrice Rebekah Brooks, poi rilasciata su cauzione, e si è dimesso il capo di Scotlando Yard, mentre ora è il premier britannico in persona, David Cameron, che rischia di venire coinvolto. E l'incendio minaccia di allargarsi sia in Australia che negli Usa.

La scorsa settimana alla borsa di Sydney le azioni della News Corporation avevano già accumulato ribassi dell'11,9 per cento; oggi la tendenza è proseguita e si accentuata, con un ulteriore meno 4,13 per cent a fine scambi, a 14,16 dollari.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal