31 marzo 2020
Aggiornato 09:30
Prezzi dei carburanti

Nel fine settimana calati i prezzi di «verde» e diesel

Ribassi per tutte le compagnie, con Eni che risulta competitiva in tutte le macroaree

ROMA - Corsa al ribasso sulla rete carburanti sulla scia dei cali registrati sulle quotazioni internazionali di benzina e diesel. Dopo i movimenti di venerdì una nuova ondata di tagli si è registrata tra sabato e oggi sui prezzi raccomandati dei carburanti.

A intervenire sono state tutte le compagnie: Eni (tornata a muoversi per la quarta volta in una settimana scendendo di 1,5 centesimi sul diesel), TotalErg (-1,2 centesimi sulla benzina, -1,5 centesimi sul diesel), IP (-1 centesimo sulla verde, -1,4 centesimi sul diesel), Q8, Esso, Shell e Tamoil (-1 centesimo su entrambi i prodotti).

Scendono di conseguenza i prezzi praticati sul territorio, con Eni che risulta competitiva in tutte le macroaree. È quanto emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it. A livello paese, la media per la benzina (in modalità servito) va dall'1,540 euro degli impianti Eni all'1,554 euro dei punti vendita Shell (no-logo a 1,458). Per il diesel si passa dall'1,421 euro delle stazioni di servizio Eni all'1,441 euro degli impianti Shell (no-logo a 1,332). Il Gpl si posiziona tra lo 0,744 euro dei punti vendita Eni allo 0,763 degli impianti Shell (a 0,733 le no-logo).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal