1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Lombardia

Vendita azioni SEA

Fit Cisl regionale: «Ora vogliamo capire e partecipare al confronto sulle prospettive future degli aeroporti milanesi»

ROMA - Con sorpresa stamane, tramite gli articoli di stampa, le organizzazioni sindacali ed i lavoratori, hanno appreso che il Comune di Milano, ovvero il primo azionista di SEA, avrebbe deciso di vendere una quota significativa della società.  Questo il commento di Roberto Rossi, segretario generale della Fit Cisl Lombardia: «Negli ultimi due anni abbiamo condiviso con l'impresa, anche con scelte dolorose, le fasi più critiche dell'azienda ed è per questo che stamane ci ha sorpreso apprendere dalla stampa che Comune e azienda stanno discutendo di vendere una quota significativa di SEA. La prospettiva di una vendita di parte delle azioni di SEA non può essere fatta per fare «cassa» per i bilanci comunali, può essere valutata solo con uno spirito di prospettiva, a supporto del piano di investimenti e di rilancio dell'azienda. Siamo in ogni caso ad una discussione sul futuro di SEA fatta senza il coinvolgimento di chi rappresenta il patrimonio umano dell'azienda. Ci preoccupa perché si sta per vendere un pezzo di uno dei pochi «gioielli» rimasti ancora di proprietà dei cittadini milanesi e ci preoccupa perché manca una chiara e condivisa prospettiva per il futuro, in particolar modo per il rilancio di Malpensa. Chiediamo quindi un incontro urgente con la direzione, non solo per comprendere le scelte strategiche, ma anche per condividere le prospettive di questa società, per il futuro dei lavoratori che vi operano e a salvaguardia anche degli interessi dei cittadini milanesi».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal