3 aprile 2020
Aggiornato 23:00
Settore ceralicolo

Putin «blocca» l'export di grano

A causa della siccità, raccolti in sofferenza e previsioni ribassate

MOSCA - La Russia - alle prese con un periodo di prolungata siccità - ha deciso di bloccare temporaneamente le esportazioni di grano e prodotti derivati. Lo ha annunciato oggi il premier Vladimir Putin. «Ritengo corretto introdurre un bando temporaneo sulle esportazioni dal territorio della Federazione russa di frumento e altri prodotti agricoli derivati dal grano», ha detto il capo del governo russo, durante una riunione dell'esecutivo.
A causa della siccità, Mosca ha dovuto abbassare le previsioni sul raccolto, a 70-75 milioni di tonnellate, rispetto ai 90 milioni attesi in precedenza. E gli analisti non escludono un ulteriore ridimensionamento.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal