12 luglio 2020
Aggiornato 08:30
Udine Gorizia Fiere

Anteprima Casa Moderna 2010

Nuova immagine, nuova strategia di comunicazione, sempre all’insegna della qualità e dell’innovazione

UDINE - Casa Moderna cambia pelle e non solo. Oltre ad una nuova immagine di campagna, la fiera più importante nel settore casa-arredo del nord d’Italia rivolta al consumatore finale nonché fiore all’occhiello di Udine e Gorizia Fiere ed evento molto invidiato dagli altri competitor fieristici nazionali per il suo contenuto e per la tenuta nel tempo (quest’anno Casa Moderna toccherà il traguardo della 57^ edizione) cambia anche lay-out espositivo e il modo di approcciarsi al pubblico per meglio accoglierlo e guidarlo durante la visita in fiera puntando sempre sulla qualità dell’offerta e dei servizi. Questo perché oggi più che mai Casa Moderna è anche cultura dell’abitare e lo strumento fieristico è ancora un ottimo veicolo di informazione.

La nuova versione, il nuovo messaggio e il nuovo linguaggio internazionale di Casa Moderna sono stati presentati ieri (lunedì 2 agosto) agli espositori e oggi (martedì 3 agosto) alla stampa dai vertici di Udine Gorizia Fiere – il Presidente Sergio Zanirato, l’Amministratore Delegato Claudio Gottardo e il Direttore Maurizio Tripani - durante le Anteprime organizzate con largo anticipo rispetto alla tradizionale conferenza stampa che a settembre entrerà più nello specifico dell’evento fieristico. Ma prima di settembre Casa Moderna avrà raggiunto l’interesse di migliaia di persone mediante il Tour promozionale che partirà il 5 agosto e si concluderà il 25 settembre toccando le maggiori piazze ed eventi del Friuli Venezia Giulia, del Veneto, dell’Austria e della Slovenia portando in giro (ed è proprio il caso di dirlo) l’immagine tridimensionale della campagna con un camion personalizzato e che ripropone il salotto del visual di campagna. Attori e hostess faranno vivere questo spazio abitato in movimento interagendo con la gente e distribuendo materiale informativo e promozionale.

Il tour di Casa Moderna è una delle azioni di comunicazione messa in atto per attribuire maggiore visibilità all’evento: sono in fatti previsti strumenti e supporti come le icone identificative dei servizi in Fiera (segnaletica guida interna), la nuova Pianta e il nuovo Catalogo Espositori, un rinforzo dell’attività di ufficio stampa nei mesi precedenti la manifestazione, pagine tabellari sui principali quotidiani locali ed esteri e sulle riviste di settore, pubbliredazionali in Italia e all’estero, affissioni, flyer promozionali in più lingue, radio, tv e comunicazione web.

Una Casa Moderna proiettata fuori dai confini regionali e con personalità Alpe Adria – come ha sottolineato il Presidente Zanirato – ricordando i protocolli d’intesa sottoscritti con l’Austria e le collaborazioni in atto con Lubiana anche in occasione di manifestazioni di calibro come Good. Nonostante l’intero sistema economico sia in difficoltà, la Fiera ha risposto con coraggio e ottimismo investendo maggiormente sulla comunicazione (+ 40% rispetto al budget del 2009) di una fiera portante come Casa Moderna, ma ha soprattutto raccolto gli input e le esigenze degli espositori i quali, come è emerso dai sondaggi dello scorso anno, chiedevano alla Fiera azioni di rinnovamento che da ora e fino al temine di Casa Moderna (25 settembre – 4 ottobre) si tradurranno in realtà.