18 gennaio 2020
Aggiornato 23:30
Commercio

Istat: a febbraio +0,1% vendite al dettaglio, -0,4% anno

Su base annua -1,3% prodotti alimentari e +0,1% non alimentari

ROMA - Le vendite al dettaglio a febbraio sono diminuite dello 0,4% su base annua, mentre hanno segnato un aumento dello 0,1% su base mensile. Lo comunica l'Istat.
In termini congiunturali (al netto della stagionalità), le vendite di prodotti alimentari sono aumentate dello 0,3 per cento, mentre quelle di prodotti non alimentari sono rimaste invariate. Rispetto a febbraio 2009 vi è stata una flessione dell'1,3 per cento per le vendite di prodotti alimentari e un incremento dello 0,1 per cento per quelle di prodotti non alimentari.

Confesercenti: «L'economia ristagna» - «L’andamento delle vendite al dettaglio è lo specchio fedele di un Paese che convive con la crisi senza vedere ancora una via d’uscita. E quando regna l’incertezza i consumi ristagnano per la preoccupazione delle famiglie sul lavoro e sul futuro.
Serve una scossa salutare che dia respiro all’economia e convinca gli italiani che si sta imboccando un cammino diverso dal tunnel di questa lunga crisi. Al Governo chiediamo di essere protagonista di questa svolta con segnali tempestivi ed inequivocabili. In primo luogo occorre una robusta sforbiciata a spese inutili e sprechi inaccettabili per poter ridurre la pressione fiscale a favore di famiglie ed imprese. E’ fondamentale di conseguenza puntare ad una riduzione dell’impatto degli studi di settore sulle Pmi, sostenere gli investimenti soprattutto quelli in innovazione e quelli capaci di favorire la tenuta occupazionale».