18 novembre 2019
Aggiornato 01:30

Osservatorio intimidazioni professionisti

Dopo l’osservatorio sulle intimidazioni ai veterinari del SSN, ora uno tutelerà anche i professionisti. Plauso del Sivemp

ROMA - Dopo la decisione del maggio scorso di istituire un Osservatorio sulle intimidazioni ai veterinari pubblici in servizio, ora un’analoga iniziativa è stata adottata per la tutela dei professionisti. E’ stato firmato, infatti, nei giorni scorsi a Roma, nella sede dell’ordine dei commercialisti, il protocollo di intesa che istituisce un Osservatorio per il monitoraggio degli episodi di intimidazione nei confronti dei liberi professionisti destinatari di incarichi conferiti dall'autorità giudiziaria.

Il protocollo è stato siglato, alla presenza del ministro dell’interno, Roberto Maroni, dal capo della Polizia, Antonio Manganelli, dal presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Claudio Siciliotti, e dal presidente del Consiglio nazionale forense, Guido Alpa.
L'organismo sarà diretto dal capo della Criminalpol, prefetto Francesco Cirillo, e si riunirà almeno una volta la mese.

«E’ un’iniziativa che salutiamo con estremo favore – afferma il segretario nazionale SIVeMP, Aldo Grasselli -. Tutte le professionalità che svolgono attività di controllo del rispetto delle leggi dello Stato, di polizia giudiziaria o su incarico della magistratura sono esposte in modo particolare alle ritorsioni e alle intimidazioni. Il monitoraggio è fondamentale per capire le dinamiche di un fenomeno complesso e allarmante. Proprio per questo motivo il SIVeMP aveva promosso, lo scorso anno, l’istituzione di un Osservatorio specifico sugli episodi di violenza ai danni dei veterinari del Ssn. Proposta che era stata subito accolta dal sottosegretario alla salute, Francesca Martini. E, dal settembre scorso, nella sede del ministero, è iniziato il lavoro conoscitivo del Tavolo tecnico specifico».