18 settembre 2020
Aggiornato 10:30
A rischio il weekend 20 e 27 marzo

Nuovi scioperi per la British Airways

Dopo il mancato accordo tra l'azienda e il personale di bordo

LONDRA - Nuovi scioperi del personale di bordo di British Airways, sette giorni complessivi in due fasi nel corso di marzo, che colpiranno due weekend ma risparmieranno il cruciale periodo delle festività pasquali. La decisione di incrociare le braccia è giunta dopo un insuccesso delle trattative tra sindacati e azienda su una serie di tagli dei costi e riorganizzazioni decisi in precedenza. Il personale volante di British si asterrà dl lavoro per tre giorni dal 20 marzo e per altri quattro giorni dal 27 marzo.

La compagnia aerea sta intanto cercando di correre ai ripari, formando circa 1.000 addetti delle altre divisioni per ricoprire i ruoli scoperti. Nei mesi scorsi un altro tentato sciopero del personale di bordo - dichiarato poi illegittimo dalla magistratura Gb - aveva però creato gravi disagi ai passeggeri, perché era stato deciso sul cruciale periodo di Natale-capodanno. Proprio questo precedente aveva sollevato timori che un eventuale nuovo sciopero avrebbe colpito Pasqua, ipotesi però scartata dai sindacati.

Gli addetti del settore protestano contro il blocco delle buste paga operato su quest'anno, assieme al passaggio al lavoro part time per 3.000 persone e a una riduzione del personale volante sulle lunghe tratte. I manager Ba sostengono che questi riassetti sono necessari per consentire al vettore di adattarsi alla fase negative legata alla crisi mondiale.