15 dicembre 2019
Aggiornato 12:00
16.229 consegne

Ancora un segno meno per i veicoli commerciali a novembre: -2,4%

ANFIA ribadisce la necessità di rinnovare gli eco-incentivi per il 2010

TORINO - A novembre i veicoli commerciali leggeri totalizzano 16.229 consegne, pari a una flessione del 2,4% su novembre 2008 che, tuttavia, era stato il mese peggiore dell’anno, chiudendo a -31,9%. Nei primi undici mesi del 2009 i volumi consegnati ammontano a 162.102 unità, per un calo complessivo del 23,4% sullo stesso periodo dello scorso anno.

‘‘Ribadiamo la necessità di rinnovare gli eco-incentivi anche per il 2010 -- ha commentato Eugenio Razelli, Presidente di ANFIA. La situazione economica, infatti, è ancora troppo incerta e i primi segni di miglioramento del clima di fiducia degli operatori economici sono ancora insufficienti per far ripartire la domanda, per la quale è bene che permanga questo tipo di sostegno’’. Per le marche nazionali le consegne nel mese sono state 8.210 (-10,3% rispetto a novembre 2008). Nel cumulato da inizio anno le consegne complessive ammontano a 82.882 unità, con una contrazione del 27,1% rispetto al pari periodo dell’anno precedente.

Nonostante lo scenario di mercato ancora critico, FIAT PROFESSIONAL conferma la propria leadership in Italia con una quota del 39,4% in novembre a fronte di 6.402 consegne complessive nel mese. Con questo risultato, nel progressivo da inizio anno si consolida la quota di mercato, che sfiora il 40% . Rimangono positive le performance di Ducato, il modello più venduto in Italia, che con oltre 1.900 consegne nel mese migliora i volumi dello scorso anno, così come Doblò Cargo, Fiorino e Scudo. Confermato anche il grande successo della gamma Fiat Natural Power (con alimentazione a metano) che, nel mese di novembre, complici l’ampia gamma di veicoli offerti e l’ormai imminente scadenza degli incentivi statali, ha raccolto oltre 3.000 ordini. Nei primi undici mesi del 2009 le vendite di veicoli a metano per Fiat Professional in Italia hanno registrato un incremento del 50% rispetto allo stesso periodo del 2008, confermando la leadership del marchio italiano in questo specifico segmento, con un quota di mercato intorno al 70%.

Con 1.338 veicoli consegnati a novembre, IVECO realizza per la prima volta nel 2009 un consuntivo mensile analogo a quello dello scorso anno (-0,7%). Sono invece 13.344 le unità consegnate dall’inizio del 2009, pari a una flessione del 24,1% rispetto allo stesso periodo del 2008. Si tratta, comunque, di una caduta più contenuta rispetto a quella del proprio mercato di riferimento (Autocarri e furgoni medi/grandi), che chiude il periodo gennaio-novembre 2009 a --32%. Grazie al progressivo recupero di volumi registrato negli ultimi mesi, la quota di mercato di Iveco nel segmento di proprio interesse si attesta, da inizio anno, al 22,7%, con un incremento di 2,4 punti rispetto al 2008 (quando la quota si attestava al 20,3%).

Prosegue anche a novembre, malgrado la congiuntura ancora incerta del mercato, il trend positivo di PIAGGIO Veicoli Commerciali. Con 470 unità consegnate nel mese, il marchio italiano registra una crescita del 4,2% rispetto a novembre 2008 (451 unità), con una quota che si attesta al 2,9% contro il 2,7% del 2008. Si aggiunge così un altro mese al trend positivo che perdura ininterrottamente da Gennaio del 2008. Nel cumulato dei primi 11 mesi dell’anno, i dati mostrano un progresso del 5,7% con 4.917 unità consegnate e il 3% di quota contro 4.654 unità e il 2,2% di quota dello stesso periodo del 2008. Sono risultati la cui continuità testimonia un’evoluzione strutturale del marchio grazie al successo dei suoi modelli Porter e Porter Maxxi. Proposti con motorizzazioni ecologiche a GPL e metano nonché in una nuova versione elettrica che, insieme, raggiungono il 75% delle consegne, i due modelli si sono rinnovati nei contenuti e nell’estetica proponendo una gamma ancora più completa. Un’articolazione di offerta che incontra le esigenze di un mercato sempre più attento all’ecologia e alla flessibilità di utilizzo di veicoli facilmente allestibili.

Passando all’analisi delle consegne per segmenti nel periodo gennaio-novembre 2009, i VAN riportano una notevole contrazione: -36,2% rispetto a gennaio-novembre 2008 per un totale di 19.896 consegne. Continua a scendere anche la quota detenuta dal segmento sul mercato: 12,3% vs 14,7% di un anno fa.

Per i PICK UP la flessione si mantiene su livelli più contenuti: -8% con 14.900 unità consegnate. Cresce ancora, invece la quota detenuta da questo segmento, che dal 7,7% sale al 9,2%. Le marche nazionali, pur con una contrazione dei volumi, conquistano due punti di quota nel segmento (41,8% vs 39,8%). Si segnala, inoltre, la performance positiva di Piaggio, che totalizza, nel periodo considerato, 4.441 unità consegnate in questo segmento, conquistando 4,4 punti di quota: 29,8% vs 25,4%.

Il segmento che registra il calo meno rilevante è quello delle FURGONETTE, che con 48.446 unità consegnate chiude i primi undici mesi del 2009 a -1,4%. Prosegue la crescita della quota detenuta dal segmento sul mercato: 29,9% vs 23,2% di un anno fa. Nuovamente a due cifre la flessione riportata dai FURGONI PICCOLI: -30% per un totale di 20.035 consegne. Cala ancora la quota del segmento sul mercato, che passa dal 13,5% dello scorso anno al 12,4%. Le marche nazionali, pur riportando una contrazione dei volumi, migliorano la propria quota sul segmento, che sale al 33% dal 31,4% di un anno fa. Notevole calo nel segmento degli AUTOCARRI E FURGONI MEDI/GRANDI: -32% con 58.825 unità consegnate nei primi undici mesi del 2009. Continua a calare anche la quota detenuta dal segmento, che scende al 36,3% contro il 40,9% dello scorso anno. Le marche nazionali confermano la propria leadership nel segmento e conquistano 0,8 punti di quota, portandosi al 54,1%.