13 luglio 2020
Aggiornato 17:30
Telecomunicazioni. Telecom Itala SpA

Bernabč: «Insensato lo scorporo della rete»

L'Ad a Libero: «Chi ne vuole una ne faccia un'altra. Infrastruttura eccellente a livello internazionale»

ROMA - La rete di Telecom non č affatto inefficiente. Al contrario si tratta di una «infrastruttura di grande qualitŕ» oltre che «eccellente a livello internazionale». L'amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabč, respinge le critiche sull'efficienza della rete e ribadisce che lo scorporo č fuori discussione. In un'intervista al quotidiano Libero, Bernabč invita i concorrenti, «se ritengono di avere a disposizione una rete insufficiente» a costruirsi «una rete per conto loro. Non saremo certo noi ad impedirlo», afferma.

BANDA LARGA - Secondo l'ad, per quanto riguarda gli investimenti nella banda larga, «occorre fare chiarezza: in Italia non c'č carenza di offerta nel campo della banda larga. Casomai č la domanda che č in forte ritardo. E continuerŕ ad esserlo fino a quando non verranno digitalizzati i servizi della pubblica amministrazione». In Italia insomma per Bernabč «non c'č un problema di rete. Casomai ci sono singoli problemi legati alla rete».

DIGITAL DIVIDE - Quanto poi al piano per colmare il digital divide e che ha visto il recente stop al finanziamento da 800 milioni di euro da parte del governo, Bernabč aggiunge: «il piano č assolutamente corretto e spero veramente che il finanziamento venga sbloccato rapidamente perchč coinvolge l'interesse generale del paese».

SEPARAZIONE RETE - Infine parlando della rete di Telecom, Bernabč chiarisce: «La presenza di Telefonica nell'azionariato di Telecom non ha nulla a che fare con il problema rete». E poi aggiunge a proposito della separazione che questa «non č stata fatta in nessun paese del mondo. Vuol dire che č un'operazione insensata».