15 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Su base annua il calo del prodotto interno lordo è stimato al 4,6%

Riparte l'economia italiana: +0,6% nel III trimestre

Crescono anche Francia e Germania. L’aumento congiunturale è il risultato di una crescita del valore aggiunto dell’industria e dei servizi

ROMA - L'economia italiana riparte dopo 15 mesi di caduta continua, mentre Francia e Germania, le locomotive dl'Europa mettono a segno modesti incrementi del pil grazie all'export e alla mano pubblica. Nel terzo trimestre del 2009 - secondo le stime preliminari dell'Istat - il Pil in Italia aumentato dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti (contro il -0,5% di aprile-giugno), segnando la prima crescita congiunturale dopo cinque trimestri di dati negativi. Nel confronto con lo stesso periodo dell'anno scorso, invece, il Pil è diminuito del 4,6%, dopo il -5,9% del secondo trimestre (dato rivisto leggermente al rialzo, era stato indicato a -6%).

GERMANIA +0,7% - La crescita dell'economia tedesca accelera allo 0,7% nel terzo trimestre grazie al recupero delle esportazioni. La crescita trimestrale del Pil del periodo giugno-settembre segue l'espansione dello 0,4% (rivista da 0,3% provvisorio) registrata nel secondo trimestre, quando la più grande economia europea è emersa da una profonda recessione.

FRANCIA +0,3% - Anche l'economia francese continua il suo lento cammino di uscita dalla recessione nel terzo trimestre. Il prodotto interno lordo della seconda economia europea è cresciuto dello 0,3% nel periodo luglio-settembre rispetto al trimestre precedente, ha annunciato l'Insee. Bene l'export, la cui espansione è accelerata al 2,3% dallo 0,6% nel secondo trimestre. Fermi i consumi, dopo l'incremento dello 0,3% registrato nei tre mesi precedenti.

EUROZONA + 0,4% - Complessivamente bene i dati economici di tutta l'Eurozona. Nel terzo trimestre del 2009 il pil della zona euro è avanzato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente, calando del 4,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nei Ventisette il prodotto interno lordo è cresciuto dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti ed è diminuito del 4,3% rispetto al terzo trimestre del 2008.