19 gennaio 2020
Aggiornato 08:30
Trasporto aereo

British Airways e Iberia: firmato protocollo accordo per fusione

Per compagnia spagnola intesa è «vincolante». L'accordo definitivo dovrebbe essere firmato entro il primo trimestre del 2010

MADRID - Iberia e British Airways hanno firmato un protocollo di accordo per la fusione dei due vettori: lo ha annunciato la compagnia di bandiera spagnola, che ha definito l'intesa «vincolante».

ENTRO IL 2010 - L'accordo definitivo dovrebbe essere firmato entro il primo trimestre del 2010, soggetto però all'approvazione degli azionisti e delle autorità competenti: inoltre, la compagnia spagnola si riserva l'opzione di recedere dall'intesa se Ba non raggiungerà un accordo soddisfacente per la gestione del suo fondo pensioni, in pesante deficit.

45% A IBERIA - 55% A B.A. - Secondo quanto anticipato dal quotidiano spagnolo El Pais la nuova holding - terza compagnia aerea del mondo - verrebbe partecipata al 45% da Iberia e al 55% da Ba: la sede verrebbe stabilita a Londra e presidente verrebbe nominato l'attuale presidente di Iberia, Antonio Vazquez, mentre l'ad di Ba, Willie Walsh, ricoprirebbe il medesimo incarico nel nuovo cda.

I due vettori - in difficoltà finanziarie - manterranno i propri marchi e una gestione autonoma. Attualmente Iberia è il primo azionista del vettore britannico, con il 10% del pacchetto azionario; viceversa, Ba è il secondo azionista della compagnia spagnola con il 13,5% delle azioni.