14 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Prosegue a ottobre il trend negativo del mercato

Veicoli commerciali, a ottobre -14,3%

Indispensabile, secondo ANFIA, il rinnovo degli eco-incentivi

TORINO - Le consegne dei veicoli commerciali leggeri a ottobre ammontano a quasi 16.500 unità (--14,3%), un risultato peggiore rispetto allo stesso mese dello scorso anno che, pure, era già stato particolarmente critico, chiudendo a -20,1% con poco più di 19.200 unità consegnate. Il consuntivo da inizio anno sfiora le 145.900 consegne, pari a una flessione del 25,2% rispetto ai primi dieci mesi del 2008.

‘‘Il protrarsi di una situazione molto difficile per il comparto dei veicoli commerciali leggeri -- ha dichiarato Eugenio Razelli, Presidente di ANFIA -- ci spinge a ritenere indispensabile il rinnovo degli eco-incentivi in scadenza a fine 2009. Senza provvedimenti di sostegno alla domanda, infatti, i livelli di mercato attuali sono destinati a precipitare ulteriormente nel 2010. Trattandosi di beni d’investimento, finché i segnali di ripresa dell’economia non si faranno più forti riteniamo necessario fornire uno stimolo adeguato agli operatori economici’’. Analizzando i dati relativi alle marche nazionali, ad ottobre sono stati consegnati circa 8.300 veicoli, con un calo del 19,2% rispetto al risultato di ottobre 2008. Nei primi dieci mesi dell’anno sono state totalizzate quasi 74.700 consegne, pari a una contrazione del 28,6% sullo stesso periodo del 2008.

In uno scenario complessivamente ancora sfavorevole, FIAT PROFESSIONAL si conferma leader di mercato con una quota del 39,3% nel mese, per un totale di 6.479 unità consegnate (-21,3%). Grazie a questo risultato, la quota nel progressivo da inizio anno si mantiene al 40% circa del mercato con 58.219 veicoli consegnati (-30,8%). Si segnalano nuovamente le performance del Ducato, il modello più venduto in Italia, che con oltre 2.000 consegne nel mese si conferma sugli stessi volumi dello scorso anno, così come Doblò Cargo e Fiorino. Continua ad avere successo anche tutta la gamma Fiat Natural Power (con alimentazione a metano) che nel mese di ottobre, sia grazie all’ampiezza della gamma, sia per effetto della scadenza degli eco-incentivi, ormai prossima, ha raccolto circa 2.000 ordini, raddoppiando il risultato dello scorso anno. L’apprezzamento del pubblico sostiene dunque l’impegno del marchio a favore della tutela dell’ambiente e dello sviluppo di una mobilità sostenibile. IVECO registra nel mese 1.354 consegne (-14,5%), mantenendo la stessa quota di un anno fa (8,2%).

Nel progressivo gennaio-ottobre 2009, le unità consegnate ammontano a 12.006 con una flessione del 26,1% rispetto allo stesso periodo 2008, dunque più contenuta rispetto alla caduta registrata nel suo mercato di riferimento (quello degli autocarri e furgoni medi/grandi), pari a -34,6 %. Il brand italiano conferma e consolida, dunque, la propria capacità di presidiare il mercato anche nei momenti di maggiore difficoltà.

Gli elevati standard qualitativi del prodotto, l’ampiezza della gamma, la professionalità della rete distributiva e la centralità del servizio al cliente, sono i fattori premianti che hanno consentito a Iveco di accrescere la propria quota nel segmento di riferimento nei primi dieci mesi dell’anno: 22,8%, ovvero 2,7 punti in più rispetto al pari periodo del 2008.

Con 461 veicoli consegnati nel mese, prosegue il trend positivo di PIAGGIO Veicoli Commerciali, che riporta una crescita del 3,6% rispetto a ottobre 2008, un ottimo risultato se comparato con quello del mercato, ancora fortemente deficitario nonostante il confronto riguardi uno dei mesi peggiori del 2008. Nei dieci mesi la crescita riportata raggiunge il 5,8% per un totale di 4.447 unità consegnate.

In un contesto generale ancora critico per il mercato, i clienti continuano dunque a premiare l'offerta di Piaggio Veicoli Commerciali, in particolare le versioni ecologiche a GPL e Metano ed Elettriche che, complessivamente, nel mese di ottobre sfiorano il 75% delle vendite Piaggio. Da sottolineare, inoltre, il crescente successo delle versioni chassis, indice del forte interesse degli allestitori a sfruttare la duttilità di Piaggio Porter, che si presta, nelle versioni standard e Maxxi, a numerose personalizzazioni per ogni tipo di esigenza. Nell’analisi delle consegne per segmenti nel periodo gennaio-ottobre 2009, si rileva che i VAN, con 18.163 unità consegnate, registrano la flessione più pesante: -35,1% rispetto ai primi dieci mesi dello scorso anno. Prosegue il calo della quota di questo segmento sul mercato, che passa dal 14,4% al 12,5%.

I PICK UP riportano nel periodo considerato una contrazione più contenuta, pari al 9,8% per un totale di 13.435 consegne. Continua a crescere, invece, la quota detenuta dal segmento sul mercato, che sale al 9,2% contro il 7,6% dello scorso anno. Per le marche nazionali, nonostante la flessione in termini di volumi, si registra un miglioramento della quota in questo segmento, che raggiunge il 42,3% (era del 39,6% nei primi dieci mesi del 2008). Ancora un risultato positivo per Piaggio che, oltre all’incremento dei volumi consegnati, conquista quasi 5 punti di quota nel segmento (29,9% vs 25%).

Meno marcata la flessione nel segmento delle FURGONETTE, che con 43.356 unità consegnate, chiude a -3,5%. Cresce ancora la quota detenuta da questo segmento sul mercato, passando dal 23% al 29,7%.

Contrazione a due cifre per i FURGONI PICCOLI: -31,4% con 18.190 consegne nel periodo considerato. Cala ancora la quota del segmento sul mercato, che perde 1,1 punti (12,5% vs 13,6%). Le marche nazionali, nonostante la contrazione in termini di volumi, migliorano la propria quota sul segmento, che passa dal 31,9% al 33%.

Contrazione a due cifre anche per gli AUTOCARRI E FURGONI MEDI/GRANDI, per i quali le consegne si attestano a 52.730 unità, pari a -34,6% rispetto al periodo gennaio-ottobre 2008. La quota detenuta dal segmento scende al 36,1% contro il 41,3% dello scorso anno. Le marche nazionali, che confermano la propria leadership in questo segmento, conquistano 0,8 punti di quota passando dal 53,3% al 54,1%.