24 maggio 2024
Aggiornato 05:00
Seminario a tutela dei consumatori sulle normative nei mercati internazionali

VERONA, «Made In e le regole d'origine»

Venerdì 16 ottobre, a partire dalle 9.30 presso la Camera di Commercio di Verona – Corso Porta Nuova 96

VERONA - «E’ obbligatorio che l’etichetta dei prodotti riporti il Paese d’origine delle merci stesse?». A questa e altre domande sulle normative che regolano esportazioni ed importazioni proverà a dare risposta il seminario «Made In e le regole d’origine», organizzato da Unioncamere del Veneto, Eurosportello Veneto e Camera di Commercio di Verona in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane – Direzione regionale per il Veneto.

«Made In e le regole d’origine»
Venerdì 16 ottobre, a partire dalle 9.30
presso la Camera di Commercio di Verona – Corso Porta Nuova 96

L’incontro si inserisce nell’ambito delle attività di informazione della rete Enterprise Europe network, di cui Unioncamere del Veneto – Eurosportello Veneto è coordinatore per il Triveneto, e dal protocollo d’intesa firmato il 14 luglio da Unioncamere del Veneto e Agenzia delle Dogane – Direzione Regionale Veneto al fine di incentivare la semplificazione burocratica e una maggiore trasparenza delle procedure amministrative. Dopo Verona, il tema del «Made In e le regole d’origine» verrà riproposto presso le Camere di Commercio di Treviso (22 ottobre), Belluno (28 ottobre) e Venezia (11 novembre).

L’incontro vuole aiutare gli operatori economici ad orientarsi tra le normative e le disposizioni emanate a tutela dei consumatori e degli utenti in Italia e nei principali mercati internazionali. L’esatta individuazione dell’origine delle merci rappresenta un problema rilevante in considerazione delle implicazioni economiche ad essa correlate.

Nel corso dell’incontro, tenuto dal dottor Zeno Poggi – consulente d’impresa per il commercio estero – dall’avvocato Piero Bellante – LegalAssociati Verona e dal dott. Vincenzo De Deo – Agenzia delle Dogane – Direzione Regionale Veneto – saranno trattati i temi delle regole d’origine negli scambi internazionali: origine preferenziale e non preferenziale delle merci; le regole del Made In e dell’etichettatura in Italia; illeciti amministrativi e reati connessi alle dichiarazioni di origine ed etichettatura in Italia; l’indicazione del paese d’origine negli altri Paesi dell’UE; le falsi e fallaci dichiarazioni d’origine; l’indicazione del Paese d’origine nei Paesi extra UE e le procedure di controllo doganale.