19 giugno 2021
Aggiornato 02:30
Per la prima volta nella storia delle imprese tedesche

La Henkel nomina prima donna capo Consiglio sorveglianza Big Borsa

Simone Bagel-Trath, discendente di quinto grado del fondatore

FRANCOFORTE - Per la prima volta nella storia delle imprese tedesche quotate sul maggiore indice della Borsa di Francoforte, una donna viene nominata a capo del Consiglio di sorveglianza: alla Henkel, gruppo di prodotti di largo consumo per la casa e la cura della persona, dove la carica verrà rilevata da Simone Bagel-Trah.

Una 'questione di famiglia', visto che la 40enne microbiologa è discendente di quinto grado del fondatore del gruppo, Fritz Henkel, così come è un discendente diretto colui che va a sostituire, Albrecht Woeste, pro-pro nipote del fondatore.

A riferire della nomina, che verrà ratificata oggi dal Consiglio di aministrazione, è stato un portavoce di Henkel alla Associated Press. Di recente l'amministratore delegato di Henkel, Kasper Rorsted aveva lasciato presagire una nomina per la Bagel-Trah, accennando a una stretta collaborazione con la società.

La 40enne è già a capo del comitato degli azionisti di Henkel, madre di due figli ha anche un ruolo dirigenziale in una società di ricerche microbiologiche, la Antiinfective Intelligence, situata a Rheinbach, nei pressi dell'ex capitale della Germania ovest, Bonn.

Henkel è un gruppo che controlla un'ampia varietà di marchi, tra i vari commercializzati anche in Italia, sulla cura della persona si contano i detergenti NeutroMed e la linea Antica Erboristeria, per la scuola le colle Pritt e Pattex, per la casa i detersivi Dixan, Vernel e Bref. I primi sei mesi dell'anno si sono chiusi con un fatturato in crescita dell'1 per cento, a 6,74 miliardi di euro e un utile netto con un progresso analogo a 260 milioni.