28 febbraio 2021
Aggiornato 19:30
Contro le eventuali pretese del Fisco

Eredità Agnelli, Agenzia entrate: «Non scatta lo scudo fiscale»

Il direttore Befera conferma: «Indagine aperta»

TORINO - La Famiglia Agnelli non potrà far ricorso allo scudo fiscale contro le eventuali pretese del Fisco in quanto «il procedimento è già aperto». Lo afferma il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, confermando che l'indagine dell'amministrazione finanziaria sul patrimonio degli Agnelli «è in corso» e dovrebbe produrre «risultati». Befera spiega invece che «verrà applicata la norma sui paradisi fiscali».

«E' in corso un'indagine da parte dell'Agenzia delle Entrate - dice Befera in un'intervista al Giornale Radio1 - l'indagine è in fase iniziale e noi riteniamo di ottenere alcuni risultati in questo».

Alla domanda se potrà essere applicato lo scudo fiscale, risponde: «Verrà applicata la norma sui paradisi fiscali che prevede la commutazione dell'onere della prova, cioè il cambiamento dell'onere della prova. Quella norma che prevede che i capitali all'estero sono considerati reddito imponibile, e non potrà essere utilizzata la norma sullo scudo in quanto il procedimento e già aperto».