22 ottobre 2019
Aggiornato 19:00

Scuola: da settembre supplenti chiamati via sms ed e-mail

Troppo alte le spese tradizionali: interessati 300.000 supplenti

ROMA - A partire da settembre il ministero dell'Istruzione renderà più agevole le convocazioni dei supplenti da parte delle singole permettendo un maggiore uso delle nuove tecnologie informatiche on line: lo hanno annunciato ieri pomeriggio ai sindacati gli stessi tecnici del Miur nella riunione conclusiva sul bando per le graduatorie d'istituto dei docenti che verrà pubblicato a fine mese.

La scelta di utilizzare maggiormente le nuove tecnologie digitali, in particolare sms ed e-mail, è stata sollecitata dall'aumento esponenziale della spesa affrontata da ogni segreteria scolastica per convocare buona parte degli oltre 300.000 docenti ed Ata chiamati a svolgere supplenze annuali o brevi (in genere per maternità o malattia): complessivamente si tratta di diverse centinaia di migliaia di euro spesi per telegrammi, telefonate e raccomandate.

Tra le altre novità previste è stato confermato che, oltre ai nuovi inserimenti, l'aggiornamento avverrà solo per i nuovi titoli acquisiti, quindi non ci sarà un totale rifacimento delle graduatorie, ma una integrazione delle stesse. Questa soluzione semplifica la compilazione delle domande e il lavoro di valutazione da parte delle scuole.

Sarà possibile indicare scuole di una sola provincia anche diversa da quelle indicate nelle graduatorie ad esaurimento. I sindacati hanno apprezzato il nuovo regolamento, ma si sono lamentati per la sua emanazione tardiva che per la Flc-Cgil produrrà «ancora una volta un balletto di supplenti per le nomine conferite».