24 febbraio 2024
Aggiornato 00:30

Brevetti, Scajola: 60 milioni per la proprietà industriale

«Nel decreto sul Fondo Nazionale per l’Innovazione»

«Vogliamo rimuovere gli ostacoli che non consentono un adeguato incontro tra domanda e offerta di finanziamento per progetti basati su idee innovative e sullo sfruttamento industriale di brevetti e altri titoli della proprietà industriale». Con queste parole il Ministro Scajola ha illustrato il decreto sul Fondo Nazionale Innovazione che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni.

Il Fondo, con una dotazione di circa sessanta milioni di euro in capitale di rischio per banche, agisce come strumento di mitigazione del rischio di credito e di investimento per banche ed intermediari finanziari che parteciperanno al finanziamento dei progetti innovativi che si fondano sull’utilizzo economico dei brevetti.

È un passo importante per costruire in Italia un contesto di mercato che permetta alle imprese di fare leva sui vantaggi competitivi in termini di innovazione ma anche di progettazione e design.

«Puntiamo alla qualificazione complessiva del nostro sistema economico – afferma il Ministro Scajola - perché possa continuare a creare nel tempo valore economico. Sono felice di poter presentare questa iniziativa proprio in occasione della Giornata mondiale della proprietà industriale che si celebra domani 26 aprile. Andando verso la piena realizzazione dell’economia della conoscenza dovremo abbinare sempre più il valore economico dell’immateriale con i diritti di proprietà industriale».

Gli interventi sono attuati attraverso la compartecipazione delle risorse pubbliche in operazioni finanziarie progettate, co-finanziate e gestite da banche e intermediari, espressamente finalizzate al sostegno di progetti innovativi collegati a titoli della proprietà industriale.