16 novembre 2019
Aggiornato 03:00

Credito, Goldin: dati Isae confermano nostre preoccupazioni

«Contrazione è vera minaccia a PMI»

ROMA - «I dati confermano le nostre preoccupazioni. Lo stiamo denunciando da tempo: se si vuol fare realmente qualcosa per uscire dalla crisi è necessario favorire l’accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese italiane. La contrazione dei prestiti è oggi non più un rischio ma una vera e propria minaccia, l’ostacolo principale alla crescita».

E’ quanto dichiarato dal presidente nazionale della Confederazione Italiana dei Commercianti (CIDEC), Agostino Goldin, ai dati diffusi dall’Isae. Per la CIDEC «è indispensabile che Governo, Abi e associazioni di categoria siedano allo stesso tavolo per esaminare nuovi strumenti finanziari e per aiutare concretamente a migliorare il rapporto tra banche e imprese».