27 maggio 2024
Aggiornato 12:30
Pubblico impiego

Faverin (Cisl Fp): «Necessario adeguamento di salari»

«Strumenti per qualificare professionalità e con essa servizi ai cittadini»

«Oltre 1.150.000 lavoratori del comparto sanità ed autonomie locali aspettano il rinnovo del contratto di lavoro scaduto il 31 dicembre 2007«- afferma Giovanni Faverin segretario generale della CISL FP Nazionale.
«Sono i lavoratori impegnati quotidianamente nei reparti degli ospedali, agli sportelli dei comuni del nostro paese e chiedono alle Istituzioni e al sindacato di fare presto ad adeguare i salari e gli strumenti per una efficace contrattazione locale per qualificare la professionalità e con essa i servizi ai cittadini».

Giovanni Faverin segretario generale della CISL FP si appella a Carlo Podda segretario generale della CGIL FP, basta con le divisioni e le polemiche sui numeri prepariamo la piattaforma unitaria per questi lavoratori e chiediamo subito a tutte le Istituzioni regionali e locali di fare la loro parte. Con questo monito Giovanni Faverin vuole lanciare un appello a Carlo Podda per riannodare, a partire da questi settori strategici per i cittadini, i rapporti unitari nel sindacato confederale del pubblico impiego.

«Il sindacato del pubblico impiego- continua Giovanni Faverin - ha bisogno di ritrovare unità di intenti, a partire dai nuovi contratti di lavoro della sanità pubblica e delle autonomie locali. Serve ai lavoratori, serve ad offrire al paese in una fase di crisi una nuova proposta organizzativa e professionale alla comunità in crisi».