2 dicembre 2020
Aggiornato 19:00
Bilancio regionale 2009

«Priorità a spesa sociale e sviluppo, giù i costi della politica»

Bassolino: «La Regione si impegna al fianco dei Comuni per garantire ovunque il mantenimento dei servizi pubblici locali e l’investimento in opere di interesse generale»

«Con il bilancio 2009 approvato oggi dal Consiglio la nostra Regione mette in campo iniziative concrete per far fronte agli effetti della crisi economica in corso. Si è deciso infatti, con giusto senso di responsabilità, di concentrare gli sforzi su alcune grandi priorità: il sostegno alle famiglie in difficoltà, la formazione e l’inserimento lavorativo dei giovani, il rafforzamento delle politiche per l’occupazione e per lo sviluppo delle imprese, in particolare piccole e medie.

La Regione si impegna inoltre al fianco dei Comuni per garantire ovunque il mantenimento dei servizi pubblici locali e l’investimento in opere di interesse generale. Spesa sociale, sviluppo e occupazione, servizi alla cittadinanza sono dunque al centro della manovra. Accanto a queste scelte di fondo il Consiglio e la Giunta si sono impegnati per contenere i costi della politica regionale, riducendo del 30% le spese per consulenze, auto di servizio ed eliminando i rimborsi forfettari e kilometrici per i trasferimenti dei consiglieri. E’ un impegno rilevante che, oltre a liberare risorse da reinvestire, rappresenta un giusto segnale di sobrietà e responsabilità nei confronti di una comunità alle prese con difficoltà e incertezze.

Per il quarto anno consecutivo il Consiglio Regionale, con il contributo sia della maggioranza, sia dell’opposizione, ha approvato nei tempi previsti il bilancio previsionale, puntando alla qualità della spesa. Ora la Regione dispone dello strumento cardine per affrontare le difficili sfide del nuovo anno».