1 giugno 2020
Aggiornato 10:30
Sviluppo regionale

Siglato accordo tra il parco Vega e la regione

Su temi strategici per lo sviluppo economico e l’innovazione tecnologica

Cooperazione, sviluppo e la realizzazione di progetti di alta formazione e ricerca scientifica attraverso azioni di trasferimento tecnologico nei settori delle nanotecnologie, beni culturali, ambiente, biotecnologie e digital-mediale con l’obiettivo di rafforzare le sinergie tra le Regioni Veneto e Sicilia: questo il contenuto dell’accordo siglato oggi tra il VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, l’Assessorato all’Industria della Regione Siciliana, il Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi e il Parco Scientifico Tecnologico della Sicilia.

«Non capita spesso di trovare momenti d’incontro e di collaborazione votati alla crescita e allo sviluppo tra Regioni che hanno molte affinità per il patrimonio storico-culturale e per i poli industriali – ha commentato Gianpietro Marchiori, amministratore delegato di VEGA –. Con quest’intesa tutto il Sistema VEGA, costituito dalle società partecipate Venezia Tecnologie, Nanofab, Hydrogen Park e Consorzio Venezia Ricerche e dai Distretti MDM, METAS, SKYD e Beni culturali, avrà l’opportunità di interagire con i partner siciliani con l’obiettivo di creare un Centro d’Eccellenza capace di raccogliere le best practice della Regione Siciliana. Si tratta di realizzare – conclude Marchiori – un percorso congiunto di sviluppo industriale ad alto contenuto innovativo».

VEGA e il Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi costituiranno il primo nucleo operativo dell’accordo quale polo aggregatore di competenze e professionalità con la finalità di creare un Centro di Eccellenza per lo sviluppo di progettualità strategiche con sede in Sicilia.

«Esistono molte analogie tra la Regione Siciliana e la Regione Veneto – afferma l’assessore all’Industria, Pippo Gianni – legate allo sviluppo industriale degli anni passati, ed ora questa Regione è diventata esempio di come si può attivare un percorso di riconversione delle proprie aree. Con questo importante accordo – continua Gianni – saranno coinvolte le aree intorno a Siracusa, Gela e Milazzo. Importante è sottolineare inoltre come la messa in rete dei rispettivi Centri di Ricerca e di Eccellenza porterà al raggiungimento di importanti obiettivi con ricadute a favore del sistema produttivo e dell’occupazione siciliana».

«La Regione del Veneto condivide pienamente gli obiettivi dell’intesa siglata dal Parco VEGA – dichiara l’assessore Sartor – poiché innovazione, ricerca e sviluppo sono fondamentali per rendere più competitiva sia l’economia regionale che l’intero sistema Paese. Il network tra le nostre Regioni consoliderà la conoscenza reciproca territoriale al fine di valorizzare le potenzialità comuni nei settori di punta dell’innovazione tecnologica anche tramite la realizzazione di progetti di più ampio respiro finalizzati a partnership operative con i Paesi dell’Est Europa e del Mediterraneo».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal