19 maggio 2024
Aggiornato 16:30
Dichiarazione di Paolo Ferrero, segretario nazionale PRC

«Oggi ho incontrato lavoratori aziende in crisi e Prc Fiorentino»

«Con Pd succube poteri forti e travolto da questione morale nessun rapporto né prmarie di coalizione»

Sono in Toscana per una serie di incontri con i lavoratori di fabbriche in crisi, da quella della Pirelli di Figline Val d'Arno alla Seves di Firenze, ma anche per partecipare a un'incontro organizzato dal Prc della Toscana che si terrà stasera alla Casa del Popolo di San Bartolo e che s'intitola «Per una politica fuori dal Castello e in mezzo alla gente».

A Firenze in particolare è esplosa la questione morale e investe direttamente il Pd. Ecco perché abbiamo già rispedito al mittente l'idea delle primarie di coalizione e perché abbiamo rifiutato qualsiasi rapporto con una giunta, quella Domenici, investita in pieno dalla questione morale e frutto di anni di amministrazione legata ai poteri forti e a un'ipotesi neocentrista e moderata, con aperte venature razziste come dimostrano tutte le esternazioni dell'assessore Cioni. Nel Pd fiorentino si è creato un gruppo di potere subalterno ai poteri forti con cui non abbiamo e non vogliamo avere nulla a che fare.

E' a maggior ragione incomprensibile la scelta dei consiglieri comunali de La Sinistra che, usciti da Rifondazione, continuano a ostinarsi ad appoggiare questa giunta, la sua amministrazione, le sue scelte, al punto da aver votato contro alla richiesta della nascita di una commissione d'inchiesta sulla questione morale e gli affari avanzata dal Prc.