10 luglio 2020
Aggiornato 20:30
Crack Parmalat

Salta l’accordo negli USA tra risparmiatori e Parmalat SPA

Grazie al reclamo presentato dal Codacons, il giudice distrettuale di New York, Lewis Kaplan, ha bloccato la transazione, ordinando agli avvocati americani di riscrivere l’avviso inviato ai risparmiatori italiani

Importante novità per i risparmiatori italiani coinvolti nel crac Parmalat. E’ saltato, infatti, l’accordo proposto negli Usa dalla Parmalat spa.
Grazie al reclamo presentato dal Codacons, il giudice distrettuale di New York, Lewis Kaplan, ha bloccato la transazione, ordinando agli avvocati americani di riscrivere l’avviso inviato ai risparmiatori italiani. Non solo. Il Giudice ha nominato il Codacons garante della correttezza della nuova comunicazione che dovrà essere recapitata agli investitori.

Il primo avviso, duramente contestato dal Codacons, era infatti incomprensibile e conteneva errori grossolani. Qualche esempio:

- «Questa non è una sollecitazione di un avvocato»
- «Le istruzioni sono su come presentare un modulo di richiesta contenuta più in basso»
- I Querelanti Maggiori hanno fatto causa per rappresentando altri che hanno casi legali simili»
- «Se la risoluzione verrà approvata, ci vorrà del tempo perché del tempo all’Amministrazione Richieste per esaminare tutti i moduli di richiesta»

Di questa vicenda si parlerà ampiamente stasera a Striscia la Notizia.
Il Codacons consiglia in ogni caso ai risparmiatori di non aderire alla proposta avanzata da Parmalat spa. L’adesione all’accordo – spiega l’associazione - implica automaticamente la rinuncia ad ogni azione già intrapresa o da intraprendere nei confronti della Parmalat S.p.A. L'offerta economica, anche secondo la migliore prospettazione, appare inoltre essere irrisoria e fortemente contraddittoria. Per dichiarare la propria rinuncia alla transazione attualmente sospesa dal Giudice Kaplan, è possibile utilizzare il modulo disponibile sul sito www.codacons.it